Questi giorni di DAD li sto vivendo in un modo completamente diverso dal primo lock down, forse perchè ci si abitua a tutto e anche perchè rispetto all’anno scorso c’è stato un notevole passo avanti da parte di tutti. I bambini poi hanno sempre mille risorse e rendono questo momento di per sè drammatico molto più leggero grazie alla loro spontaneità.. quando li sento intervenire in classe mi diverto un sacco. Le ore di lezione si scandiscono cercando di mantenere i ritmi scolastici, rispettandoli tutti, compreso intervallo e ‘sgranchimento’ gambe. Dovrei farli anche io che invece da quando sono in smart working rimango seduta alContinua a leggere…

Tra le tante cose carine e divertenti che succedono nella DAD di bambini in seconda elementare, forse quella che mi colpisce di più è che alzano la mano per chiedere alla maestra di andare in bagno (a casa loro!). Poi lo chiede uno e lo chiedono altri 10 e così la maestra dà ufficialmente i 5 minuti pipì!E in casa c’è improvvisamente un fuggi fuggi e guai a trovare il bagno occupato..!Continua a leggere…

Stamattina, piovigginava un pochino e per evitare che io e Carlotta ci inzuppassimo nel tragitto per andare a scuola, ho preso gli ombrelli. Uno che ho mi ha ricordato quello di “singing in the rain” e quindi ho canticchiato a Carlotta la canzoncina. Lei mi guardava un po’ così, tra il divertito e lo schifato. Ad un certo punto passiamo davanti ad un cancello e un cane, che solitamente è tranquillo, si è messo ad abbaiare furiosamente.”Mamma, il tuo canto non piace neanche al cane”. Fine. #carrieracanoraspezzataContinua a leggere…