L’amore che mi resta

Copertina del libro

Protagoniste de “L’amore che mi resta” di Michela Marzano sono Daria, una donna di mezza età, e sua figlia adottiva Giada.

Una sera d’autunno Daria riceve una telefonata che le annuncia che l’amata figlia venticinquenne si è tolta la vita con un mix letale di farmaci. La madre non è solo lacerata dalla perdita, ma anche dal senso di colpa: come può lei, sua madre, non aver capito nulla del malessere di Giada e della sua portata?

L’amore che mi resta è un romanzo che, soprattutto nella prima parte, è puro dolore. Il lettore si trova di fronte al baratro di una donna che non vuole uscire dal dolore che vive, ma che anzi lo vive come espiazione. Come una vera tragedia greca, il libro alla fine ti accompagna ad un finale catartico, dove la sofferenza accumulata fino a quel momento, scivola via da te, facendoti sentire finalmente meglio. A sorpresa, la vita darà a Daria e alla sua famiglia una straordinaria possibilità di riscatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.