Per fortuna c’è la biblioteca (e la sala giochi)

Dopo tre settimane di isolamento e dopo l’ennesimo giro di vite di restrizioni abbiamo dovuto ridefinire gli spazi della casa. C’è chi lamentava uno spazio per i giochi, chi invece un luogo dove leggere in tranquillità. Poi ovviamente un giardino e anche una palestra. Alcuni desideri siamo riusciti a realizzarli, per altri invece ci sarà bisogno di tanta fantasia! Del resto, nei periodi come questi sarà la capacità di astrarci a salvarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.