Storie di ordinaria adolescenza

Mia figlia adolescente rientra da una vacanza. Inutile dire la voglia che avessi di abbracciarla, visto anche che le comunicazioni per dieci giorni erano state ridotte ai minimi termini.
– Amore ti sei divertita?
– Si
– Cosa avete fatto?
– Niente
– Bello il posto?
– Boh
Dopo questo fiume in piena di parole, finalmente mi rivolge una domanda.
– Che si mangia?
.. Bene, ma non benissimo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.