E il catarro dove va? Chiedi a papà

Nella mia famiglia c’è molta attenzione alla raccolta differenziata dei rifiuti…non per merito mio lo dico subito. Ma per mio marito. Lui è veramente un virtuoso dell’immondizia. Ì primi tempi che eravamo sposati controllava i rifiuti e poi  smistava quello che avevo sbagliato..quando andava a buttarla a volte tornava dopo mezz’ora…tanto che avevo pensato ad intrallazzi non proprio trasparenti. Poi però ho capito..  sistemava quello che gli saltava all’occhio.. Quando sarà in pensione il suo desiderio non è banalmente che ne so un viaggio, giocare a golf, passeggiate per l’Europa.. no lui vuole ripulire i fiumi, gli argini, le strade, i parchi.  Detto ciò secondo me potrebbe essere candidato ad un Ambrogino d’oro per tale dedizione… Questa premessa era doverosa per introdurre la conversazione con mia figlia Carlotta, 5 anni.

Carlotta che indica la spazzatura
Carlotta
  • Mamma dove va la plastica?
  • Con la plastica
  • Il vetro?
  • Con il vetro (Fin qui domande facili)
  • La mela?
  • Nell’umido
  • Il tappo di sughero?
  • Nell’umido (sono ormai un’esperta)
  • La carta delle merendine?
  • Nella plastica
  • E il catarro?
    A quel punto ho avuto un attimo di defaillance perché non me l’aspettavo. .
    Carlotta vista la titubanza mi ha detto “questo é difficile ..Chiedo a papà”.
  • Giusto. Chiedi a papà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.